Siete qui
Home > Arte > L’Interpol nega il rientro in Iran del bassorilievo rubato a Persepoli

L’Interpol nega il rientro in Iran del bassorilievo rubato a Persepoli

Fallback Image

Teheran –- La polizia internazionale (Interpol) fa sapere che non aiuterà la Repubblica Islamica d'Iran a riottenere un basso rilievo risalente al periodo achemenide, sottratto al Paese e venduto per la prima volta all'asta al Christie House di New York 34 anni fa.

Continua dunque la bagarre del collezionismo d'arte tra le forze di polizia e le istituzioni iraniane per la cultura che hanno già offerto, in passato, 500.000 sterline per riavere la reliquia storica raffigurante la testa di un soldato e rubata nell'antico palazzo persiano dell'Apadana trenta anni prima della Rivoluzione Islamica.

Stimato per un valore di 1,188,000 dollari, il bassorilievo è ancora a Londra dopo che il suo primo acquirente, un collezionista francese, lo comprò all'asta di New York nel 1974 per poi rivenderlo on-line dopo ben trenta anni di possesso geloso.

Già allora l'Ambasciata Iraniana a Londra provò ad opporsi alla vendita del pezzo d'arte su Internet, ottenendo però scarsi risultati. La partita, di fatto, è ancora aperta e non godrà del supporto dell'Interpol.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Articoli simili

Top