Siete qui
Home > Arte > Mostra Venezia alle Finestre a Tehran

Mostra Venezia alle Finestre a Tehran

Fallback Image

Teheran – Il fotografo Riccardo Zipoli al Museo di Arte Contemporanea di Teheran, 19 febbraio – 13 aprile 2008. La mostra è stata esposta a Roma, e verrà esposta Venezia, al castello di Sanssouci a Potsdam e alla Maison Européenne de la Photographie di Parigi nell'estate del 2009.

Le quaranta fotografie, realizzate fra il 2004 e il 2006, presentano una Venezia sconosciuta, riflessa nei vetri delle proprie finestre, al contempo effimera ed eterna.

Si tratta di una città mutevole e inafferrabile, e insieme ideale e metafisica. Non si tratta di una sua copia, ma di un'altra Venezia, una Venezia immaginaria che cambia forme e colori, che diffonde la sua presenza in vedute inaspettate e in accostamenti stupefacenti dove il concreto si unisce all'astratto. Cupole, alberi, campanili, colonne, nuvole, statue e comignoli spuntano da dentro le finestre di case e palazzi, assumendo forme nuove e inusuali.

Le fotografie sono presentate a coppie, e ogni coppia è contraddistinta da una particolarità che accomuna le due immagini. I versi che accompagnano le fotografie sono tutti dedicati al motivo del riflesso nello specchio e sono tratti dal canzoniere persiano di Mirzâ Abdolqâder Bidel (1644-1720), uno fra i massimi esponenti della letteratura in lingua persiana. Si tratta, nel complesso, di un invito a visitare la città in modo originale e di un esempio suggestivo di come sia possibile mettere in sintonia le espressioni artistiche di due civiltà .

Riccardo Zipoli Dal 1975 insegna lingua e letteratura persiana all'Università Ca' Foscari di Venezia, dove è stato direttore del dipartimento di Studi eurasiatici dal 1990 al 1996 e dal 1999 al 2005. Autore di numerose pubblicazioni, si occupa principalmente di problemi storici e stilistici nell'ambito della letteratura persiana. Ha svolto un'intensa attività nel campo della traduzione con un'attenzione specifica nei confronti degli autori dello stile indiano, in particolare Sâ'eb e Bidel. Ȉ stato il primo a introdurre al pubblico occidentale la produzione poetica del regista persiano Abbas Kiarostami. Ha iniziato a fotografare nel 1972. Le sue opere sono state esposte e pubblicate in Italia e all'estero (ha partecipato, fra l'altro, alla XIV Biennale d'Arte di San Paolo in Brasile nel 1977 e ha esposto alla Silk Road Gallery di Teheran nel 2005).

Nel 1978 ha conseguito il diploma in regia e in direzione della fotografia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Articoli simili

Top