Siete qui
Home > Commercio > Il commercio estero dell’Iran aumenta rapidamente

Il commercio estero dell’Iran aumenta rapidamente

Fallback Image

Il rapporto dell'Amministrazione doganale dell'Iran suggerisce che il commercio con l'estero non legato al petrolio è aumentato in modo significativo negli ultimi due mesi.

Le esportazioni nel periodo indicato sono state pari a circa 8,154 miliardi di dollari, che è il 30% in più rispetto allo stesso arco di tempo dell'anno precedente.

Le importazioni del paese sono state pari a 7,688 miliardi di dollari, il che mostra un aumento del 35% rispetto all'anno precedente.

L'anno fiscale iraniano inizia il 20 marzo e il rapporto delle Dogane copre il periodo dal 20 marzo al 20 maggio.

Secondo l'Amministrazione delle dogane, le esportazioni di Teheran sono state poco più di 6 miliardi di dollari nei primi due mesi del 2013, il 2% in meno rispetto all'anno precedente.

Le importazioni del paese sono state di 5,7 miliardi di dollari nei primi due mesi dello scorso anno, circa il 33% in meno rispetto al 2012.

Così, il commercio non petrolifero iraniano mostra un significativo incremento anche rispetto al periodo di tempo antecedente le sanzioni internazionali imposte al paese a metà del 2012.

L'ultimo rapporto dell'Amministrazione doganale registra un significativo aumento delle esportazioni di prodotti sotto sanzione da parte dell'Occidente, compreso il gas liquido (GPL), i prodotti petrolchimici e i condensati derivati dal gas.

Il GPL è un tipo di gas liquido che comprende propano e butano. I condensati di gas sono una sorta di petrolio leggero e costoso e sono estratti dai giacimenti di gas.

I paesi occidentali hanno allentato alcune sanzioni imposte all'Iran nel novembre del 2013 grazie all'accordo raggiunto sul nucleare.

Sulla base della relazione, le esportazioni di propano liquefatto e butano liquefatto sono state pari, rispettivamente, a 375 milioni di dollari e a 247 milioni di dollari negli ultimi due mesi.

Lo scorso anno, le esportazioni di propano liquefatto e butano liquefatto furono pari a 137 milioni di dollari e a 144 milioni, rispettivamente. In altre parole, le esportazioni di GPL dell'Iran sono aumentate di 2,2 volte da un anno all'altro.

Il rapporto indica anche che l'Iran ha esportato 3,03 miliardi di condensati di gas e 1,991 miliardi di prodotti petrolchimici nei primi due mesi dell'anno in corso.

Secondo il rapporto delle Dogane, l'Iran ha esportato 1,239 miliardi di condensati di gas e 1,717 miliardi di prodotti petrolchimici nel corrispondente periodo dello scorso anno.

In altre parole, le esportazioni di gas condensato dell'Iran sono aumentate di 2,4 volte. Anche le esportazioni di prodotti petrolchimici sono aumentate considerevolmente.

I condensati di gas e i prodotti petrolchimici rappresentano la metà delle esportazioni non petrolifere dell'Iran.

Fonte: Isna

Articoli simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top