Siete qui
Home > Cultura > Le poesie del poeta persiano Rudaki pubblicate in tre lingue

Le poesie del poeta persiano Rudaki pubblicate in tre lingue

Fallback Image

Teheran –- Una selezione di poesie di Rudaki (858-941) tradotte in tre lingue – inglese, tagiko e russo – è stata presentata sabato 12 marzo in una cerimonia a cui hanno preso parte i ministri della cultura dell'Iran e del Tagikistan.
La cerimonia si è svolta all'Istituto di Cultura ECO e ha visto la presenza di Mirzoshohrukh Asrorov, ministro della cultura tagiko, Mohammad Hosseini, ministro della cultura e dell'osservanza islamica dell'Iran, Hojjatollah Ayyubi, presidente dell'Istituto ospitante, e molte altre personalità .

Il volume, intitolato Breeze of Bokhara (La brezza di Bukhara), è pubblicato dall'Istituto di Cultura ECO. La traduzione delle poesie in lingua inglese è di Nastaran Nosratzadegan, la traduzione in russo è di Irana Zamani e la traduzione in tagiko è di Shah Mansur Shah-Mirza.
Nato nel villaggio di Rudak (Panjrud) nella provincia del Khorasan, ora in territorio tagiko, Rudaki fu il primo genio letterario del persiano moderno; compose le sue opere nel “nuovo persiano”, scritto in caratteri arabo-persiani.
Il ministro Asrorov ha sottolineato il fatto che Rudaki è universalmente conosciuto come il “padre” dei poeti persiani e ha detto che il volume contenente le sue poesie è il regalo più bello che si possa fare in occasione del Capodanno.
Ha poi aggiunto: “Siamo contenti che l'ECO (organizzazione per la cooperazione economica) abbia cominciato le sue pubblicazioni con una selezione delle poesie di Rudaki e siamo certi che questo volume rimarrà per sempre nella storia come lo stesso Rudaki.”
Il ministro iraniano Hosseini ha accennato alle affinità culturali esistenti tra gli stati membri dell'ECO e ha detto: “I paesi di lingua persiana come l'Iran, il Tagikistan, il Pakistan e l'Afghanistan vantano un gran numero di personalità rispettate dai loro popoli.”
Qolam-Ali Haddad-Adel, direttore dell'Accademia di lingua e letteratura persiana, ha detto: “èˆ un grande onore poter vantare un poeta di oltre mille anni fa la cui opera è ancora facilmente comprensibile. Questo enfatizza ancora di più la preziosità della lingua persiana.”
Il presidente Ayyubi ha poi concluso dicendo che il suo Istituto pubblicherà entro breve anche il volume I rituali del Nowruz.

Articoli simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top