Siete qui
Home > Economia > Cooperazione tra Teheran e Berna sul gas

Cooperazione tra Teheran e Berna sul gas

Fallback Image

Alla Conferenza per il Patto energetico di Ginevra Gholamhossein Nozari, ministro per il petrolio, ha affermato che la decisione della Svizzera di stabilire una collaborazione a lungo termine con l'Iran per lo sfruttamento del gas sarà vantaggiosa per entrambi i paesi.

Nozari ha aggiunto che l'Iran giocherà un ruolo fondamentale nello soddisfare le sempre maggiori richieste energetiche dei paesi europei.
La Conferenza per il Patto energetico è il primo meeting annuale a cui partecipano vari soggetti interessati ai problemi energetici a livello globale. Alla Conferenza partecipano rappresentanti di alto livello dei governi, delle industrie, di agenzie dell'ONU, di ONG, di università e della società civile. La conferenza è incentrata su tre temi fortemente connessi: l'energia, lo sviluppo e l'ambiente.

Gholamhossein Nozari, ministro iraniano per il petrolio, ha affermato lunedì che entro il 2025 l'Iran vuole raddoppiare la sua produzione di gas fino a raggiungere i 400 miliardi di metri cubi all'anno (fonte AFP). “Quest'anno abbiamo raggiunto una produzione di circa 500 milioni di metri cubi al giorno, il che ci posiziona al quarto posto tra i paesi produttori di gas a livello mondiale”, ha detto Nozari alla Conferenza di Ginevra.

L'Iran, il secondo paese esportatore di petrolio dell'OPEC (l'organizzazione dei paesi produttori di petrolio), possiede anche riserve di gas seconde soltanto a quelle della Russia. In gennaio l'Iran e la Cina hanno firmato un contratto da 1,76 miliardi di dollari per lo sfruttamento iniziale del giacimento petrolifero dell'Azadegan settentrionale, situato nella parte occidentale dell'Iran.

Articoli simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top