Siete qui
Home > Economia > L’Italia partner commerciale numero uno in Europa per l’Iran

L’Italia partner commerciale numero uno in Europa per l’Iran

Fallback Image

Udine – ''Italia e Iran sono due paesi per certi versi complementari. Voi siete interessati alle nostre risorse energetiche e ad aprire nuovi sbocchi commerciali; noi, invece, alla vostra tecnologia e alla vostra gestione dei mercati''.

Parole dell'ambasciatore Fereidoun Haghbin, Incaricato d'Affari della Repubblica Islamica dell'Iran in Italia, ieri a Udine ospite dell’incontro ''Esportare ed investire in Iran'' a palazzo Torriani.

Il meeting, promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine, nell'ambito della sua attività di internazionalizzazione, ed in collaborazione con la Camera di Commercio ed Industria Italo Iraniana, ha rappresentato l'occasione per poter fare il punto sui rapporti commerciali che da anni Italia e Repubblica Islamica d'Iran intrattengono efficacemente con buoni margini di profitto.

IranLe fonti energetiche da una parte, le risorse specializzate e la tecnologia dall'altra: sono questi i termini di compravendita tra i due Paesi che, secondo i dati illustrati nel corso dell'incontro, nel primo semestre del 2008 hanno già scambiato petrolio e gas naturale (dall'Iran verso l'Italia) per il 90% sul totale delle importazioni (1.901 milioni di euro), e viceversa (dall'Italia verso l'Iran) un ammontare di 1.042 milioni di euro complessivi spesi in macchine per impieghi speciali (22% del totale), altre macchine di impiego generale (17%) e macchine ed apparecchi per la produzione di energia elettrica (16%), a cui vanno aggiunti elementi da costruzioni in metallo, tubi e apparecchi elettrici.

In questo modo l'Italia si conferma il primo partner commerciale dell'Iran in Europa con un totale di 2.943 milioni di euro, seguita da Germania (2.095 milioni di euro), Francia e Paesi Bassi.

Articoli simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top