Siete qui
Home > Economia > Gli investimenti nelle Zone di Libero Commercio in Iran crescono del 15%

Gli investimenti nelle Zone di Libero Commercio in Iran crescono del 15%

Fallback Image

Teheran – Il volume degli investimenti nelle zone libere dal commercio dell'Iran nell'attuale anno iraniano (iniziato il 21 marzo 2007) è cresciuto del 15 percento rispetto all'anno precedente, ha detto il direttore responsabile dell'economia delle zone di libero commercio

Mahmud Salahi ha detto “Attrarre gli investimenti interni e stranieri e promuovere le esportazioni attraverso le zone di libero commericio sarebbe una spina dorsale per lo sviluppo dell'economia del Paese”. “Il settore privato è stimato per più del 70% degli investimenti totali nelle zone libere” ha aggiunto il funzionario, dichiarando che il settore privato è preparato a investire in altri campi potenziali.

Secondo la definizione legalmente accettata che le “free trade zones” e le zone con una speciale economia sono quelle parti del territorio iraniano che sono governate secondo le leggi speciali e statuti e sono escluse dalle leggi del governo della madrepatria.

Queste zone non sono sottoposte alle autorità doganali. Il parlamento iraniano ha approvato il “Free Zones Act” nel settembre 1993: Kish Island, Qeshm Island e il Port of Chabahar sono state dichiarate “zone libere” in Iran.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Articoli simili

Top