Dirigenti delle ferrovie iraniane, uzbeke e turkmene si sono incontrati domenica a Teheran per discutere delle politiche di transito.

Mohsen Pourseyed Aghaei, amministratore delegato della compagnia ferroviaria iraniana (RAJA), ha descritto l'incontro come positivo, aggiungendo che mirava a coordinare le politiche dei tre paesi nel campo del transito ferroviario.

Ha detto che se Teheran, Tashkent e Ashgabat giungeranno a un accordo su una tariffa unica di trasporto ferroviario, la capacità di transito ferroviario tra i tre paesi raddoppierà .

Pourseyed Aghaei ha detto che 1,6 milioni di tonnellate di merci sono trasportate ogni anno tra l'Iran e i suoi vicini settentrionali, cifra che salirà a 3 milioni se si raggiunge l'accordo.

Egli ha osservato che attualmente concimi chimici e cotone dell'Uzbekistan vengono trasportati via Turkmenistan al porto iraniano di Bandar Abbas per essere poi esportati in altri paesi.

L'amministratore delegato delle Ferrovie iraniane ha detto che il suo paese ha proposto una tariffa del 60% per il transito ferroviario fra i tre paesi in base alla tariffa internazionale Transit Railway (MTT), aggiungendo che i funzionari delle ferrovie di Uzbekistan e Turkmenistan trasmetteranno la proposta ai dirigenti dei loro paesi per ulteriori discussioni.

L'Iran è stato via di transito per circa 10 milioni di tonnellate di materie prime da marzo 2013 a gennaio 2014.

La maggior parte delle merci è transitata su gomma e il resto tramite ferrovia.