Un funzionario dell'Organizzazione per il Commercio dell'Iran ha affermato che le esportazioni di prodotti non petroliferi verso l'Italia sono aumentate del 27% nel periodo di 9 mesi terminato il 21 dicembre scorso.

Secondo le affermazioni di Reza Tofiqi, il valore delle esportazioni verso l'Italia ha raggiunto i 343 milioni di dollari, mentre il valore dello stesso periodo dell'anno precedente si era attestato sui 270 milioni.

I beni esportati sono essenzialmente costituiti da tessuti, graniti, boiler, acido acetico, piatti di plastica, zafferano, pistacchi e pelli, aggiunge Tofiqi.

Tofiqi inoltre ha sottolineato che, nel periodo summenzionato, l'Italia era tra i primi dieci partner commerciali dell'Iran: per la precisione si è situata all'ottavo posto.

Nello stesso periodo dell'anno precedente l'Italia era tra i primi 15 paesi destinatari di esportazioni dall'Iran.